Foligno, il “bonus mobilità” fa centro: boom di richieste e acquisti per biciclette

Dalla riapertura delle attività nella città della Quintana si è registrato un incremento di vendite, ma c’è chi aspetta il Decreto per conoscere tempi e modi del rimborso

Da sinistra Elisabetta e Rita Ugolinelli, Lucio Marchionni e Patrizia Casalini

Tanta curiosità ma anche un incremento negli acquisti. Così Foligno risponde al “bonus mobilità” contenuto all’interno del Decreto Rilancio, che prevede incentivi per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, monopattini ed altri veicoli a propulsione come segway o hoverboard, o per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa. E così, dopo esser tornate ad alzare le saracinesche, concluso il lockdown dovuto al Covid-19, le attività della città della Quintana che operano nel comparto hanno riscontrato un aumento di clientela. Il bonus, infatti, prevede la restituzione del 60 per cento dell’importo pagato per l’acquisto di bici e simili fino ad un massimo di 500 euro.

“Si tratta di una misura molto importante - hanno commentato a questo proposito Elisabetta e Rita Ugolinelli, titolari dell’omonimo negozio di via Mazzini - che darà notevole slancio al settore, dopo lo stop prolungato degli ultimi mesi, incentivando forme di mobilità sostenibile”. L’attenzione maggiore è per le bici, comprese quelle elettriche, e per i monopattini, tra i prodotti più richiesti. Mentre restano da definire tempi e modi del rimborso. “Aspetti - ha proseguito Rita Ugolinelli - che un po’ potrebbero penalizzare”. “Anche se - le ha fatto eco la sorella - i decreti attuativi di prossima pubblicazione faranno chiarezza”. Quello che si sa per ora è che il cliente dovrà conservare la fattura e che la richiesta dovrà essere inoltrata online attraverso le credenziali Spid, ossia il sistema pubblico di identità digitale.

Biciclette tra i prodotti più richiesti anche da “Bike and the city” di Lucio Marchionni e qualche monopttino. “Da quando abbiamo riaperto - ha spiegato la moglie Patrizia Casalini - non ci siamo mai fermati. Abbiamo ricevuto tante richieste e c’è stato un incremento delle vendite. C’è stato chi ha preferito solo informarsi in attesa del Decreto - ha proseguito - e chi, invece, si è subito voluto accaparrare una nuova bici, anche perché le stesse aziende fornitrici hanno ripreso l’attività da poco e potrebbe volerci un po’ di tempo per evadere tutte le richieste. Le persone interessate al bonus, però - ha concluso -, sono veramente tante”.

Il bonus, lo ricordiamo, sarà valido fino al 31 dicembre prossimo, ma non potrà essere richiesto da tutti. Ad usufruirne, infatti, potranno essere solo cittadini maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione, nelle città metropolitane, nei capoluoghi di provincia e nei Comuni con una popolazione superiore ai 50mila abitanti.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento