Canapé chiusi per coronavirus, ma ci va lo stesso a passeggio: multato

L'uomo è stato beccato dalla polizia locale, con gli agenti che gli hanno comminato una multa i 400 euro per non aver rispettato l'ordinanza del sindaco

Gli agenti della polizia locale di Foligno ai Canapé

I Canapé, così come tutti gli altri parchi comunali, sono chiusi per coronavirus. La motivazione è chiara: evitare assembramenti e quindi la potenziale diffusione del virus. A deciderlo è stato, negli scorsi giorni, il sindaco Stefano Zuccarini. Nonostante però il divieto del Comune, nella giornata di sabato un uomo ha deciso lo stesso di farsi la sua passeggiata all'interno dello storico parco nel cuore di Foligno. Una passeggiata in totale tranquillità, con i Canapé che per qualche minuto sono stati tutti suoi. Peccato però che il suo gesto sia ovviamente vietato. Ed è per questo motivo che, dopo la segnalazione di un cittadino, sono intervenuti prontamente gli agenti della polizia locale guidati dal comandante Marco Baffa, che lo hanno così fermato e successivamente multato. Salata la sanzione, che ammonta a 400 euro. L'uomo a passeggio nei Canapé è solamente l'ultima delle infrazioni riscontrate in questi giorni dalle forze dell'ordine e, in particolare, dalla polizia locale del Comando di viale Marconi. Sin dai primi giorni dell'emergenza, gli agenti folignati sono stati in prima linea, con numerosi controlli e relative sanzioni. Solamente nella prima settimana di servizio anti-coronavirus, la polizia locale aveva controllato ben 400 locali e duecento autoveicoli, con due denunce. Bilancio che, a distanza di quasi un mese, è ovviamente salito.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento