Coronavirus, nella provincia di Perugia in strada anche l’Esercito

Rafforzati i servizi di vigilanza su tutto il territorio: la decisione in occasione del tavolo tecnico indetto a Perugia con tutte le forze dell’ordine. I controlli saranno più stringenti

L'esercito in strada contro il coronavirus (foto Facebook, Esercito italiano)

Anche l’Esercito in strada per i controlli disposti in virtù dell’emergenza Coronavirus. È quanto deciso in occasione del tavolo tecnico che si è tenuto nella mattinata di martedì 24 marzo a Perugia, all’indomani della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Alla presenza del questore Antonio Sbordone si è infatti deciso un rafforzamento dei servizi di vigilanza attraverso un’intensificazione dei controlli. In campo, dunque, tutte le forze dell’ordine - polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia provinciale e municipale - compresi i militari dell’Esercito italiano. L’intero territorio provinciale, così come avverrà su piccola scala per il comune di Perugia, è stato diviso in settori nell’ambito dei quali sono stati individuati obiettivi sensibili come ad esempio strutture ospedaliere, uffici postali, stazioni ferroviarie e di autobus, e aree verdi, che possono costituire luoghi di assembramento. Il piano di azione predisposto, fanno sapere a questo proposito dalla questura di Perugia, verrà implementato e modificato a seconda delle esigenze.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento