L’esordio letterario di Eleonora Benedetti tra amicizia, amore e dolore in “Come la pioggia”

Primo romanzo per la scrittrice di Trevi che con la sua opera si racconta: “Scrivere è come scoprirsi. È abbattere le maschere che tutti noi ci creiamo”

Eleonora Benedetti

Il 2020 per Eleonora Benedetti sarà un anno da ricordare per la pubblicazione del suo primo romanzo. “Come la pioggia”, è questo l’evocativo titolo scelto per il romanzo dalla scrittrice originaria di Trevi e attuale presidente Inner Wheel di Foligno. Evocativo perché, come lei stessa ha spiegato, “la pioggia assume nel romanzo i connotati del dolore, un dolore, però, positivo, che fa parte della vita e che va affrontato”.

La protagonista di “Come la pioggia”, Claudia Grieco, psicanalista e scrittrice di successo, vive da anni a New York dove cerca di allontanare un passato che le tortura l’anima. Un passato difficile, che le ripiomba addosso quando riceve una telefonata dalla sua migliore amica. La tanto amata professoressa che le era stata accanto negli anni bui del collegio, salvandola dalla disperazione di un’adolescenza turbolenta, sta morendo di cancro e desidera parlare proprio con Claudia. La protagonista capisce, allora, che è impossibile archiviare definitivamente il passato e decide di tornare. Ciò che le chiede la professoressa è di occuparsi di Asia, un’adolescente ribelle e problematica con la musica nel sangue. Il passato ritorna e Claudia dovrà fare con Asia ciò che la sua "Prof" ha fatto con lei: salvarla dalla disperazione.

“Come la pioggia” è, dunque, un romanzo che tratta l’amore, l’amicizia e la perdita, ma anche la trasformazione che subisce chi ha il coraggio di attraversare il dolore, uscendone semplicemente vivendo. Eleonora Benedetti ha anche confidato che c’è una parte di lei in qualsiasi personaggio, dall’adolescente ribelle e problematica alla protagonista che tende ad entrare in empatia con le persone celando il suo dolore. Anche perché secondo la scrittrice “scrivere è scoprirsi, è abbattere le maschere che tutti noi ci creiamo”. La stessa autrice ha spiegato che, a suo modo di vedere, “chi scrive lo fa prima per se stesso, poi ha il desiderio di condividere con gli altri anche per veicolare un messaggio che, nel caso di ‘Come la pioggia’, è un messaggio di amicizia e di coraggio”.

All’indomani della pubblicazione del suo primo romanzo, Eleonora Benedetti non ha nascosto, comunque, il desiderio di continuare a scrivere, confidando pure di avere altre idee per il futuro. 

La copertina di "Come la Pioggia"

La copertina di "Come la Pioggia"

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento