Il Festival del cinema di Spello va online per dare voce ai protagonisti del dietro le quinte

L’associazione “Aurora” ha messo a punto tutta una serie di incontri per accendere i riflettori sul mondo della cultura ai tempi del Covid. Intanto si lavora all’edizione 2021

L'incontro con gli attori della fiction Rai "Don Matteo"

Il prossimo appuntamento è per domenica 29 novembre quando il Festival del cinema di Spello tornerà online per parlare di “Arte e cultura: quali prospettive per il turismo in Umbria?”. Sì, perché proprio in virtù del duro periodo che il mondo della settima arte e quello della cultura in generale stanno vivendo a causa della pandemia in corso, l’associazione “Aurora” ha deciso di utilizzare il web per dare voce ai professionisti del dietro le quinte e non solo. Accanto alle maestranze, attenzione puntata anche sulle difficoltà che stanno affrontando gli attori e l’intero indotto.

E la prossima domenica, alle 18, sulla pagina Facebook del Festival si parlerà proprio dello stretto rapporto che esiste tra lo sviluppo turistico e il mondo dell’arte nella sua accezione più ampia. Così, dopo aver ospitato nelle scorse settimane i professionisti del suono prima e gli attori del cast di “Don Matteo” Maria Chiara Giannetta, Francesco Castiglione e Maurizio Lastrico dopo, a prendere la parola saranno questa volta Chiara dall’Aglio, coordinatore area turismo e promozione integrata Sviluppumbria, Enrico Cogno, docente di creatività e comunicazione all’Università Telematica Uninettuno, e Oderisi Nello Fiorucci di Incipit Consulting. A moderare l’incontro invece sarà, come sempre, la presidente del Festival, Donatella Cocchini.

Gli appuntamenti proseguiranno, poi, nelle settimane successive. In agenda un incontro con il giornalista e critico cinematografico Alessandro Boschi e Anna Camaiti Hostert, autrice del libro “Trump non è una fiction. La nuova America raccontata attraverso le serie televisive”. Tra i prossimi ospiti anche l’attrice Liliana Fiorelli, il giornalista di cinemaitaliano.info Stefano Amadio, una rappresentanza di Unita (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo) ed ancora altri professionisti del dietro le quinte del cinema.

Intanto l’Associazione “Aurora” continua a lavorare in vista del decennale del Festival del cinema di Spello che ricorrerà nel 2021. Tra le novità della prossima edizione un “Premio della stampa umbra” al miglior film italiano tra gli undici in concorso selezionati dal direttore artistico Fabrizio Cattani. A decretarlo ed assegnarlo sarà una giuria composta da giornalisti umbri di televisione, radio, carta stampata e online. La decima edizione del Festival è in programma dal 5 al 14 marzo prossimi.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento