Falchetti, Vicarelli subito al lavoro. Izzo: "Scossone necessario"

Il patron biancazzurro interviene sul cambio di panchina e spiega le motivazioni che hanno portato all'esonero di Armillei. L'11 aprile si torna in campo contro il Follonica Gavorrano

Giuseppe Izzo

A intervenire dopo il cambio di allenatore è ora il presidente del Foligno Giuseppe Izzo. Le sue parole sono arrivate attraverso una nota societaria. “Rinnovo i saluti al precedente allenatore Antonio Armillei per il lavoro svolto. Da oggi si cambia pagina con l’augurio che il tecnico Vicarelli possa dare quello scossone necessario (forse) agli animi dei ragazzi. Per il tecnico in seconda stiamo valutando i profili che ci hanno inviato”. Sono state queste le stringate, ma chiare, parole, pubblicare sui canali ufficiali della società biancazzurra. Sufficienti a spiegare, almeno a fare intuire, le ragioni che hanno portato al ribaltone in atteso in panchina.
Sempre attraverso la comunicazione ufficiale del Foligno, Izzo aveva spiegato le ragioni della scelta di Guido Vicarelli. "Crediamo che la territorialità sia molto importante da mantenere e valorizzare. Guido Vicarelli è uomo umbro con un profilo tecnico molto interessante. Siamo pronti a dargli tutta la nostra fiducia”.
Vicarelli si è messo subito al lavoro per preparare l’esordio dell’11 aprile contro il Follonica Gavorrano. Una ripresa che vedrà il Foligno affrontare tre gare in una settimana. Mercoledì 14 trasferta contro l’Aquila Montevarchi e domenica 18 derby con il Trestina. Poi ci sarà da capire se il dipartimento interregionale deciderà di fermare ancora i campionati per permettere tutti i recuperi in vista del finale di stagione. Vicarelli ha comunque parlato di un mini torneo di dieci partite da affrontare con un nuovo allenatore e nuovi stimoli che il Foligno dovrà vincere.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento