Foligno Calcio, bomber Buonaventura scalda i tifosi: “Ambizioso come la società”

L'ariete ex Rimini è sceso di categoria per fare bene anche in biancazzurro. Con lui presentati anche altri sette Falchetti tra riconferme e volti nuovi

Presentazione dei nuovi Falchetti

Otto presentazioni non si vedono tutti i giorni. Il Foligno Calcio come sempre vuole dare una vetrina importante a tutti i suoi ragazzi e quindi, in questo mercoledì pomeriggio, quattro volti nuovi e altrettante gradite conferme sono stati “svelati” a stampa e tifosi. Su tutti, ovviamente, il nuovo attaccante, Alex Buonaventura: “Il suo arrivo –ha esordito il presidente Guido Tofi – testimonia che non abbiamo mai smesso di lavorare e che avevamo chiaro in testa come operare. Aver portato a Foligno un attaccante di questo livello è un segnale importante: facciamo un salto di qualità, anche se teniamo i piedi ben saldi per terra”. Il consigliere Stefano Fabiani ha aggiunto: “È l’ariete che aspettavamo tutti: anche il mister credo sia molto contento. Faremo di tutto insieme agli altri consiglieri e alla società per farlo stare bene. Per noi è molto importante e siamo felici di averlo con noi”.Alex Buonaventura, oltre a fare i ringraziamenti di rito, ha dichiarato: "La società mi ha cercato dall’inizio del mercato. Ho avuto delle proposte in C e volevo rimanere in categoria, poi il pressing del direttore (Cuccagna, ndr.) si è fatto più forte ed ho fatto la mia scelta. Questa società ha voglia di tornare nel calcio che conta e questa ambizione coincide con la mia. Ho trovato un gruppo sano, che vuole continuare a vincere e che mi ha accolto benissimo”. Oltre a Buonaventura, però, spazio anche a tanti giovani. Il direttore generale Giuseppe Feliciotti ha fatto un quadro generale: “Samuele Pagliarini l’ho visto nascere, crescere e sono già due anni che da noi sta facendo benissimo. Mi auguro che faccia un grande campionato, perché è un gran bravo ragazzo oltre che un grande giocatore; Armand Kuqi arriva in prestito dal Pescara, dove ha fatto benissimo: la società ce lo ha affidato per farlo crescere ulteriormente e lo ringraziamo per aver accettato di venire con noi. Alessandro Giannò ha avuto sempre in testa la Fulginium e il Foligno: lo scorso anno è stato capocannoniere della Juniores campione regionale; ora in preparazione il mister lo prova terzino sinistro e a sorpresa sta dando grandi risposte anche in un ruolo non suo. Niccolò Picchietti è un altro piccolo talento: lo scorso anno era a Bastia, in D e Juniores nazionale. Non è quindi alle prime armi: un incidente fuori dal campo gli sta impedendo di allenarsi e giocare, ma quanto prima sono certo che lo vedremo in palla e saprà dire la sua. Lorenzo Colarieti, cresciuto con noi, è poi approdato alla Ternana, che vede in lui un bel giocatore: è un ragazzo molto sveglio e gli auguriamo di disputare una stagione importante. Davide Materazzi è un ragazzo di un’umiltà incredibile: lo scorso anno ha dato l’anima, scendendo dalla prima squadra, con la Juniores. Mi auguro che per lui quest’anno ci siano maggiori opportunità: lo vedo sicuro e migliorato. Lorenzo Roani, infine, si presenta da solo. Un 2000 che ormai è vecchio: una scommessa vinta quattro anni fa, quando lo rischiammo da allievo a farlo giocare in prima squadra. È un uomo di ghiaccio, che ha voglia e determinazione per affermarsi nel calcio che conta”. Ogni giocatore ha poi espresso il suo pensiero. Samuele Pagliarini: “Sono onorato di poter indossare ancora la maglia della mia città. Sarà un anno più duro, ma daremo tutto”; Armand Kuqi: “Questa è una grande società. Non è facile passare da uno spogliatoio di coetanei a uno con gente espertissima, ma so che ce la posso fare”; Alessandro Giannò: “Cercherò di dare il meglio, con sacrificio e voglia. Il nuovo ruolo di terzino mi piace, ma chiaramente ho ancora tanto da imparare”; Niccolò Picchietti: “Lo scorso anno a Bastia sono cresciuto molto; ringrazio la società per avermi fatto tornare a giocare a Foligno: per me è stato un obiettivo sin da piccolo”; Davide Materazzi: “Lo scorso anno la vittoria nel campionato Under 19 regionale è stata una bella soddisfazione; spero che anche in questa stagione potremo togliercene in D. Darò il meglio per ritagliarmi il mio spazio”; Lorenzo Colarieti: “Sono onorato di poter indossare questa maglia. Conosco bene l’ambiente, visto a Foligno ho fatto le giovanili prima di andare a Terni. Sono un terzino o anche una mezz’alta, ho fatto pure il centrale. Dove vuole il mister gioco, metterò rabbia e voglia ogni secondo. Sono uno che lotta sempre”; Lorenzo Roani: “Sono al terzo anno con la maglia del Foligno e per me è un onore. Quest’anno gli obiettivi forse saranno diversi rispetto agli anni scorsi, ma abbiamo tanta voglia di fare bene”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento