Foligno Calcio, un turno di stop ad Aldovrandi e 200 euro di multa

Terza tappa anche per il trofeo "Miglior Falchetto", che contro il Cannara è andato al giovane Settimi. Per domenica i tifosi biancazzurri potranno seguire la squadra in trasferta

Antonio Armillei con Tommaso Settimi

Non ha fatto sconti al Foligno il Giudice Sportivo. Puntuale è arrivata una giornata di squalifica per Simone Aldrovandi, reo di un “intervento falloso su un calciatore avversario lanciato a rete senza ostacolo”. Ma il Giudice Sportivo non ha risparmiato neppure il portafoglio del Foligno, multato di duecento euro. Inconsueta la motivazione, ovvero l’assenza dell’ambulanza al Blasone.
A preoccupare di più Antonio Armillei è sicuramente l’indisponibilità di Aldrovandi, che costringe di nuovo il tecnico a ripensare la difesa. Rientrerà Nuti dalla squalifica e si lavora per riportare in campo nelle migliori condizioni Giannò dopo l’infortunio alla prima giornata. Il dilemma per il tecnico è di nuovo la difesa a tre oppure la linea a quattro.
Intanto è ripartito il trofeo “Miglior Falchetto”, in collaborazione con l’Unione Stampa Sportiva Italiana Umbria e Rgu. Nella prima tappa, gara con la Sangiovannese, vincitore è stato Francesco Marianeschi, con il Tiferno si è imposto Mancini e con il Cannara il giovane Settimi.
Dopo la riapertura gli stadi, i tifosi biancazzurri sono ancora in attesa di capire se potranno tornare a seguire i falchetti nella trasferta di domenica a Grassina. La società toscana fino al pomeriggio di mercoledì non aveva comunicato nulla sullo stadio Pazzagli sui propri canali social e neppure direttamente al Foligno. C’è ancora da aspettare per capire se e come verranno distribuiti i tagliandi. La biglietteria dello stadio, come da norme, dovrà rimanere chiusa. L’impianto del Grassina ha una capienza di 500 spettatori. Il che significa che domenica potranno entrare in 75. Di conseguenza i tagliandi per i folignati saranno in proporzione altrettanto pochi.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento